Furto dei dati aziendali: come proteggersi

Parlare di furto dei dati aziendali significa riferirsi alla cosiddetta digital forensics, strumento essenziale per tutte le aziende che vogliono proteggere i dati sensibili da fughe verso l’esterno messe in atto da un dipendente, soci o collaboratori esterni infedeli. Chi si rivolge ad Andrea Quarta Investigazioni può prevenire e contrastare il fenomeno del furto dei dati e informazioni aziendali e avviare un’indagine vera e propria a tal proposito.

Oggi più che mai le aziende vogliono proteggere i loro dati e informazioni dal fenomeno dei cosiddetti “dipendenti infedeli”, che divulgano all’esterno della realtà aziendale informazioni e dati sensibili come informazioni commerciali, decisioni del consiglio di amministrazione e altro ancora. Il dipendente, i soci o collaboratori esterni infedeli usano il social engeneering e le moderne tecnologie informatiche per rubare dati e informazioni a seguito di un forte senso di insoddisfazione verso l’azienda.

Perché si verifica il furto dei dati aziendali?

I dati e informazioni che vengono sottratti all’azienda sono utilizzati per diversi scopi tra cui:

  • vendita delle informazioni ad aziende concorrenti in cambio di un compenso economico o un’offerta lavorativa migliore;
  • utilizzo dei dati e informazioni sottratti per aprire una nuova azienda con la violazione dei patti di non concorrenza;
  • estorsione di denaro ai danni dei legittimi proprietari dei dati;
  • divulgazione dei dati senza scopo di lucro per creare un danno economico all’azienda o minarne immagine e reputazione.

Chi vuole rubare i dati aziendali lo fa rovistando tra le scrivanie, accedendo alle postazioni dei colleghi in loro assenza, entrando in aree con recesso restrittivo o effettuando backup dalla rete dei progetti in corso o di informazioni interne riservate che possono tornare utili al dipendente, soci o collaboratori esterni infedeli. Tante sono anche le tecniche che gli investigatori privati di Andrea Quarta mettono a disposizione degli imprenditori per prevenire e contrastare il furto dei dati sensibili.

Furto dei dati in azienda: quali sono le misure preventive?

Quali sono gli strumenti a disposizione delle aziende per contrastare e prevenire il furto dei dati aziendali e risalire al colpevole? Sicuramente le misure di sicurezza da adottare variano a seconda della quantità e tipologia di dati trattati.

Ogni policy aziendale interna deve stabilire ruoli di accessibilità ai dati e informazioni e definire le condotte concesse dal dipendente, soci o collaboratori esterni nel luogo di lavoro. In altre parole, in caso di policy stringente si limita l’operatività del personale anche se il consiglio di Andrea Quarta Investigazioni è trovare un buon compromesso tra regole interne e qualità del lavoro.

Per tutelare i dati e informazioni diventa importante garantirne:

  • integrità, per evitare le loro alterazioni nel tempo;
  • disponibilità, per permettere agli utenti autorizzati di consultare e fruire dei dati;
  • confidenzialità, per far sì che i dati e informazioni siano accessibili solo dagli interessati e non da terze parti.

La tutela dei dati non avviene solo con le policy, ma anche con l’adozione di software sicuri e di una struttura di rete interna protetta e monitorata. Gli investigatori di Andrea Quarta Investigazioni consigliano di usare la cifratura dei dati e dei supporti di archiviazione, ma anche l’implementazione di un sistema di disaster recovery con la creazione di backup in luoghi diversi.

Infine, per evitare fughe di dati sensibili è bene monitorare le attività lavorative dei dipendenti, soci o collaboratori esterni senza violare la privacy.

Fuga di dati sensibili: gli accertamenti con gli strumenti di digital forensics

Per controllare una eventuale fuga dei dati e intervenire è importante avere i mandati da parte di un legale e affidarsi a un investigatore privato specializzato in analisi forense o di digital forensics. Si tratta di analizzare i dispositivi in uso al dipendente, soci o collaboratori esterni, dallo smartphone al PC, per risalire a molte informazioni e scoprire se i dati aziendali sono stati manipolati, copiati o distrutti.

Ad esempio, l’investigatore privato potrà scoprire quali dispositivi USB sono stati collegati al PC aziendale o verificare l’esistenza di software spia o programmi per l’accesso e il controllo da remoto. Come per ogni altra indagine investigativa, anche in questo caso il cliente riceve una relazione da usare in caso di procedimento civile o penale.

Solo una valida indagine forense permette di garantire attendibilità e integrità dei dati e informazioni ottenuti e di agire contro il dipendente, soci o collaboratori esterni infedeli secondo quanto previsto dalla legge in materia di furto dei dati aziendali. La fuga dei dati aziendali è un fenomeno in costante crescita e diffusione e Andrea Quarta Investigazioni è da sempre al fianco del cliente per contrastarlo.